toner per stampanti

Come rigenerare un toner per stampanti

Le stampanti laser presentano costi di mercato più alti rispetto alle inkjet. Non solo il dispositivo, ma anche la ricarica dell’inchiostro è più salato nel caso dei dispositivi LED rispetto a quelli a getto d’inchiostro, costringendo a spese particolarmente onerose per la sostituzione del toner per stampanti. D’altra parte, esiste una soluzione pratica ed efficace per abbattere i costi d’acquisto, ovvero la rigenerazione del toner. Ecco come si esegue.

Ogni toner ha una sua procedura

Prima di tutto, va chiarito che non tutti i toner sono uguali e che per ogni specifico modello occorre seguire indicazioni un po’ diverse e il consiglio, prima di intervenire, è di ricercare su internet informazioni specifiche per la versione in vostra dotazione.

La procedura più comune

Spieghiamo ora la procedura di rigenerazione del toner più comune e applicabile alla maggior parte dei modelli presenti sul mercato. Prima di tutto, occorre rimuovere il tappo della cartuccia, posto solitamente sul lato del dispositivo, facendo attenzione ad eseguire la procedura con delicatezza ma, allo stesso tempo, in modo deciso e con gli strumenti più adatti. A questo punto, è bene svuotare il serbatoio dell’inchiostro residuo; è consigliabile effettuare la procedura su fogli di carta e non nel lavandino di casa, sia per salvaguardare il funzionamento di quest’ultimo e sia per questioni di rispetto ambientale.

Svuotato il serbatoio, potete procedere con l‘inserimento del nuovo inchiostro, facendo attenzione a non sbagliare colore, altrimenti il toner diventerebbe inutilizzabile. Spesso, le cartucce presentano un piccolo blocco di plastica in corrispondenza del tappo; in tal caso, occorre prima rimuovere lo sportelletto con un cacciavite e quindi effettuare la procedura, infine reinserire le viti.

In alcuni casi, al posto della cartuccia è presente un tubo, con l’apposito sportello. La procedura resta la medesima: rimuovere il tappo, eliminare l’inchiostro residuo e riempire il serbatoio con la nuova carica.

Con le cartucce senza tappo

In alcuni casi, il serbatoio non presenta alcun tappo per l’inserimento del nuovo inchiostro. In tal caso la procedura è un po’ più complessa poiché bisogna apporre manualmente un foro. Durante l’applicazione del buco, occorre prestare molta attenzione a non danneggiare il serbatoio. Una volta eseguito il foro, basta seguire la medesima procedura spiegata nel precedente paragrafo.

Lascia un commento